5 punti per giocare dal vivo e vivere felici

Io adoro il gioco di ruolo dal vivo, sul serio, mi piace tantissimo. Mi piace nonostante i suoi costi, nonostante i combattimenti sotto la pioggia, sulla neve, nonostante le corse sotto al sole con 30° all’ombra.

Non si può andare tutti d’accordo e in un evento da 3-400 persone è impensabile che tutti stiano simpatici a tutti che non nascano discussioni, ma ci sono azioni, atteggiamenti, comportamenti che vanno oltre, rovinano giocate, umori e fanno giustamente girar le balle a chi organizza gli eventi o agli altri partecipanti.

Una volta può capitare (è capitato anche a me, rientra in quei tre-quattro giorni l’anno di scazzo a cui tutti abbiamo diritto), reiterare vuol dire che (a scelta)
– si è idioti
– si è immaturi
– si è impotenti
– una combinazione è scelta tra le precedenti.

Sono discorsi che ciclicamente cicciano fuori tra appassionati e non tanto per criticare l’idiota di turno che mi ha fatto un livido sul braccio (anche per quello) ma principalmente per sognare un mondo migliore, in cui i narratori non rischiano l’esaurimento nervoso ad ogni evento, in cui i ranger non hanno le nike gialle e i bardi conoscono il congiuntivo e nessuno scambia una giocata per una seduta di psicanalisi.

Quelli che seguono sono 5 pratici consigli per vivere in serenità il GRV, preservare la sanità mentale degli organizzatori ed essere in armonia con gli altri giocatori.

  1. Il regolamento è sacro e inviolabile. Se è vero (ed è vero) che il regolamento è solo uno strumento per poter rappresentare quelle azioni che non possiamo fare realmente (e per motivi legali e per motivi di leggi fisiche) è anche vero che è stato scritto cercando di bilanciare le possibilità di ogni giocatore. Se ti si impedisce di interpretare uno che è sia in grado di lanciare palle di fuoco o evocare elementali che di usare lo spadone finale della morte vorpal +5 che di diventare praticamente invisibile, fidati, un motivo c’è.
  2. Il trucco non causa impotenza. Orco è bello, lo sappiamo. Spesso gli orchi hanno bonus per picchiare e ci piacciono così: grossi, brutti e picchioni. Posso capire come mai giocare l’orco sia un’attrattiva irresistibile. Se vuoi giocare una razza diversa dall’umano usa un trucco adeguato, non causerà problemi alla tua virilità e te ne saremo tutti grati.
  3. Non sei Gasman, né lo sono gli altri giocatori quindi non pretendere di trovarti davanti ogni volta che qualcuno deve dirti qualcosa un poema recitato con pathos e immedesimazione. Le grandi frasi lasciale per i momenti epici e i grandi discorsi ai generali che devono convincerti a varcare la porta dell’inferno. Interpretare è importante, recitare il Giulio Cesare ogni volta che si sta per assaltare il campo goblin che da problemi alla cittadina di turno no.
  4. Non essere ridicolo. Essere originali è bello. Avere un PG particolare anche. Un tratto insolito è interessante. UN tratto insolito è interessante, discendere contemporaneamente da un demone e un celestiale, aver avuto un mago rinnegato come precettore, l’attuale araldo del dio della guerra come maestro d’arme, essere sfuggito allo sterminio della tua città, aver ereditato la sacra spada della compensazione +5, avere antenati elfi, antenati draconici, antenati [inserire razza figa a piacere] ti rende una degna cavia da laboratorio per la congrega degli alchimisti. E probabilmente il tuo BG verrà cestinato.
  5. Rispetta gli altri. Arriva puntuale, da una mano con l’allestimento per le scenografie o con il trasporto materiali. Spiega le meccaniche ai nuovi e se sei niubbo chiedi. Non credere di essere l’unico ad aver capito tutto dell’ambientazione o a saper risolvere una quest, non dare per scontato che le scelte degli altri siano dettate da idiozia quando non portano un evidente vantaggio, non credere di sapere aspirazioni e obiettivi di ogni singolo PG o PNG. Se ti danno il due di picche non ricorrere alla scusa “è il mio PG che ci sta provando con il suo”.

 

Consiglio Bonus Non limitatevi a dare consigli, date l’esempio giocando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...