Partecipare ad un evento (di più giorni) e tornare sani e salvi

Avete speso una discreta cifra per il costume, avete equipaggiato il vostro PG e, convinti da un vostro amico che se vi avesse iniziato a qualcos’altro forse era meglio, avete anche provato un paio di domeniche in un agriturismo nel raggio di 100Km da casa a partecipare ad un evento larp. Siete sopravvissuti. Avete preso familiarità con le regole e le meccaniche. Avete conosciuto qualche persona simpatica. Avete capito da dove arriva l’ispirazione per i miei post. Credete di essere pronti. State per partecipare al vostro primo evento larp della durata di 4-5 giorni (o anche più).

Vi sentite avventurieri. Vi sentite pronti per qualcosa di epico.

Optate per dormire in tenda!

Complimenti per la scelta. Vedete di sopravvivere adesso.

Se potete, prendetevi una stanza in un albergo/pensione/B&B, è la soluzione migliore se vi piace la comodità. In tenda ce la si fa. Ma nulla arriverà al livello di una doccia calda da dividere al massimo con altre 2-3 persone.

Se avete optato per prendere una stanza, la guida praticamente finisce qui, se invece scegliete la tenda continuate pure a leggere.

Facciamo subito una premessa: i miei suggerimenti sono validi per quelle associazioni che vi permettono di mangiare, dormire e andare in bagno fuori gioco. Non ho sviluppato strategie di sopravvivenza per lo stile H24 on role. A una certa ho bisogno di staccare.

Prima di pensare di partire informatevi sulla presenza di bagni e docce, se avrete a disposizione acqua calda, bagni “normali” o sebac, se potete usare fornelletti elettrici nella zona (se campeggiate nel cortile di un agriturismo, scordatevi di poter cucinarvi da soli), se ci sono  punti in cui poter fare carne alla brace, se ci sono fontanelle di acqua potabile e quanto dista la civiltà.

1) Entrate nello spirito giusto. Probabilmente non potrete farvi la piega tutte le mattine e il vostro I-Phone non avrà campo, ciò non vi ucciderà.

2) Non cercate di fare i machi a tutti i costi, non avete la costituzione del vostro barbaro di D&D. Sacco a pelo preso in un negozio specializzato, non nel cestone delle offerte del LIDL. Tenda comoda.  Se contate di starci in due, prendetela da tre.  Contate un posto per persona più mezzo posto per il bagaglio (nel mio caso due posti per bagaglio ma vabbè…). Ricordate che se avete un’armatura, questa da sola vi occuperà un posto. Se avete un arma in asta lasciatela in auto: non c’è verso di farla entrare in una quechua.  Sotto al sacco a pelo mettete qualcosa per isolarvi, un tappetino da palestra può essere sufficiente nella maggior parte dei casi. Personalmente vi consiglio il materasso gonfiabile, ma io sono una delicata donzella. La tenda, mi raccomando, impermeabile. Il vostro PG sarà pure immune al freddo, voi no.

3) Portatevi calzini, mutande e cambi in generale come se doveste stare lì 2-3 giorni in più.  Gli incidenti capitano.

4) Riducete al minimo ciò che mettete nel beauty, ma ricordate bagnoschiuma (non la confezione da un litro), shampo (se proprio non potete fare a meno del balsamo, optate per la soluzione due in uno), spazzolino, dentifricio, ciabatte da doccia in plastica, accappatoio, deodorante e un borsello impermeabile dove mettere il tutto. Ovviamente se potete usufruire di qualcosa di meglio (ad esempio gli spogliatoi di un impianto sportivo)  potete portare altro e organizzarvi meglio. Ma in situazioni spartane (e ne ho viste di situazioni spartane) meglio ridurre al minimo. Ah, se son previste docce da campo o simili e se tra voi e il resto del mondo c’è solo un telo mentre vi lavate, portatevi un costume da bagno. Se andate in giro tutto il giorno coperti da cerone o supracolor portatevi anche il necessario per struccarvi tutti i giorni: non andate a dormire con il trucco addosso.

5) Cibo. Qui il discorso si fa complicato e dipende molto da quanto potete spendere e da come è attrezzato il posto in cui si svolge l’evento. Cercate comunque di fare sempre colazione, pranzo e cena, rimanendo leggeri. Non ve ne renderete conto forse ma passerete l’intera giornata in movimento, probabilmente con un discreto peso aggiuntivo addosso e quasi sicuramente non ci siete abituati. Per esperienza posso dirvi che il pasto che potrete consumare con maggiore calma e tranquillità è la colazione. Fatela abbondante ma evitate di abbuffarvi. Il pranzo di solito cade durante la sessione di gioco, quindi mangerete di fretta. Vi conviene rinunciare alla pastasciutta. Versare un sugo pronto su delle penne con un armatura addosso non è semplice, inoltre perdereste del tempo di gioco. A meno che non siate colpiti da un’attacco di fame improvvisa, mangiate poco a pranzo, meglio se qualcosa IG: in macelleria è facile trovare le coppiette e sul web potete trovare ricette per il pan di via e simili. A cena, se avete modo di cucinarvi un piatto di pasta fatelo. Portatevi una o due scatole di biscotti, se non arrivate in tempo per la brioche la mattina potete rimediare così, inoltre potete usarli come merenda o spuntino notturno.  Qualora non siate sicuri della possibilità di poter cucinare o che ci sia qualcosa che venda panini o pizzette, potatevi cibo in scatola. Tonno, fagioli, mais, carne in gelatina, consentono di sopravvivere due o tre giorni. Vi consiglio comunque di fare uno o due pasti “normali”, magari raggiungendo una cittadina vicina dopo esservi ripuliti a modino, soprattutto se l’evento dura più di quattro giorni. Se siete dovuti ricorrere a scatolette per più di cinque giorni, raccontatelo a vostra nonna e passate a trovarla sulla via del ritorno. Poi fatemi sapere come era la lasagna.

6) Portatevi un pacco di fazzoletti, salviette umide come se non ci fosse un domani e uno-due rotoli di carta igienica. Non dimenticate nemmeno un rotolo di sacchi per l’immondizia che userete, appunto, per l’immondizia ma anche per metterci la biancheria sporca (se ben chiusi non fanno passare gli odori) e per mille altri usi che vi verranno in mente una volta che state lì. Non prendete quelli profumati per carità, dopo un giorno non potrete entrare in tenda.

7) Portatevi una scatola di aspirine, una crema solare se l’evento è d’estate. Se dovete prendere un qualche farmaco con una certa cadenza non devo ricordarvi di portarvelo dietro e di portare anche tutto ciò che occorre per assumerlo.  Portatevi anche cotone, disinfettante e cerotti, piccoli incidenti capitano. Non fate gli eroi comunque, se il danno va oltre il taglietto, andate al pronto soccorso.

8) Portate un cambio anche per il vostro PG e qualcosa da mettere sotto al costume, il secondo costume potrebbe servirvi in caso di temporale improvviso, una maglietta da mettere sotto ai vestiti assorbe il sudore.

9) La torcia. Di solito lanterne e simili illuminano l’area di gioco e l’area tende, ma dentro al tenda, se dovete trovare una qualsiasi cosa, sarete al buio.

10) Portatevi sempre un asciugamano.

Ecco, questo dovrebbe garantirvi la sopravvivenza spicciola. Fatemi sapere se qualche punto è un po’ esagerato o se ho dimenticato qualcosa di importante per sopravvivere ad un evento in tenda.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...