Sono diventata una vecchia brontolona?

Oh popolo della blogsfera aiutatemi a sciogliere un dilemma.

Mi sono trasformata forse in una vecchia brontolona? O forse, inevitabilmente, età ed esperienze diverse portano a vivere il gioco di ruolo in maniera diversa?

Lo chiedo soprattutto a chi ha qualche annetto più di me e forse c’è già passato.

Domenica sera ho partecipato ad una nuova cronaca live, dove ho ritrovato vecchie conoscenze e incontrato giocatori nuovi.

Premetto che il live è stato uno dei migliori a cui mi sia capitato di partecipare, ottima trama, giocatori veramente coinvolti e voglia di tornare alla prossima sessione praticamente per tutti i partecipanti. Un successo in pratica. (A parte un principio di influenza, non c’ho più il fisico di una volta).

Qualcosa tuttavia non mi ha convinto a pieno.

Ovviamente non è stata l’unica volta che ho notato queste cose, ma in una serata altrimenti perfetta sono spiccate di più.

Purtroppo,  dallo staff organizzativo ho percepito una certa insofferenza riguardo ai consigli (ripeto, inezie, nel complesso è stato un ottimo evento) e una sopravvalutazione di ciò che stavano gestendo. Mi spiego, non fai un dramma se sollevo perplessità riguardo al bilanciamento del regolamento davanti a nuovi potenziali giocatori perché temi che rovini la tua immagine di organizzatore di live, stai narrando una cronaca, stai giocando, non sei il responsabile marketing di una società quotata in borsa. Se qualcuno non verrà più a giocare perché mi sente criticare una parte del regolamento che è stato ben chiarito fosse un beta, non è questa gran perdita.

Io penso che sia un problema in meno nella gestione della cronaca, ma io a volte sono una persona orribile.

Più che altro ho visto decine di campagne live naufragare, e nessuna di queste lo ha fatto perché qualcuno ha fatto obiezioni sensate su una beta. Proprio perché è una beta vorrei aggiungere.

Senza divagare, una decina di anni fa, giocavamo live anche senza regolamento, ci bastava uno stanzone da qualche parte mentre adesso si affittano castelli, ho notato il terrore di non essere all’altezza di non so che cosa.

Inutile dire loro che ci sono giochi con un regolamento inguardabile ma sono entrate nel cuore dei giocatori, che ci sono associazioni da centinaia di soci che, pur criticando anche ferocemente alcuni aspetti della gestione o della narrazione, continuano a giocarci divertendosi.

Inutile dire che non è una gara a chi ha la campagna gestita in maniera più professionale o con più giocatori, si tratta di un gioco che non dovrebbe causarci stress.

Per quanto questa “ossessione” per la cronaca perfetta mi risulti incomprensibile, non sarà certo questa a farmi passare la voglia di partecipare alle sessioni future, ma mi impedisce quasi di dare un feedback agli organizzatori in serenità.

Mi chiedo e vi chiedo, sono stata sfortunata io, o le ultime cronache a cui ho partecipato sono un campione abbastanza rappresentativo?

In più, se è vero che questa ossessione per realizzare la cronaca perfetta porta indubbi benefici ai giocatori, non rischia di far diventare un hobby qualcosa di troppo serio rischiando di far diventare un divertimento una causa di stress eccessivo per chi deve trovare location e gestire la narrazione?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...