I peggiori narratori che vi possano capitare

Ovviamente secondo me.

Di narratori più o meno bravi ce ne sono capitati diversi, ognuno con i suoi pregi e i suoi difetti, ma sono poche le categorie che mi auguro di non incontrare mai più.

La ragazzina.

Solitamente donna, solitamente single e solitamente minorenne. La mancanza della terza caratteristica ne rende un caso patologico. Ovviamente odia Twilight e sostiene quanto sia ridicolo un vampiro che va in giro di giorno (1) e si innamori di una sciacquetta senza arte ne parte. Peccato che poi in ogni sua storia ci sono due PNG, lui cattivo, tenebroso spietato e lei l’impavida eroina che lo farà innamorare. Intendiamoci anche a me piace mettere una storia d’amore nelle campagne, ma il caso in questione trasforma ogni sessione in un teen-drama di serie B con i poveri PG semplici spettatori. Di solito si butta su Vampiri la Masquerade (2) ma alla bisogna va bene pure un D&D. Per fortuna solitamente non conosce Sine Requie che potrei non sopravvivere a due Ferox che limonano.

Il replicatore.

Spesso alle prime armi con la narrazione ma nei casi più gravi le caratteristiche si manifestano anche dopo anni di campagne. Il narratore in questione ha letto un libro, visto un film o concluso il videogioco e se ne è innamorato. Nella sua mente crede che i suoi giocatori adoreranno ripercorrere le gesta del protagonista di turno. E per ripercorrere le gesta intendo che se non fanno esattamente quel che ha fatto il personaggio del film/videogioco/libro non si va avanti. Inutile dire loro che se volevo fare esattamente quello che fa Lara Croft giocato a Tomb Raider, non a D&D.

In caso di omicidio di un replicatore-ragazzina valgono le attenuanti generiche, credo.

Quello che non gli andava

Poverino, non è nemmeno colpa sua. Si voleva giocare ma nessuno voleva narrare, ha pescato la pagliuzza più corta (o ha tirato 1). Gli tocca. Proporrà il riassunto di un’avventura già giocata, così si risparmia la fatica di leggerla o inventarla,  in cui la stanze del dungeon diminuiranno sensibilmente, le orde di mostri saranno ridotte a goblin in gita e in generale tutti i PNG subiranno un drastico calo di PF. Per quanto fastidiosa e odiosa sia una sessione narrata da lui, dobbiamo almeno riconoscergli che l’aveva detto di non aver voglia di narrare.

Quello che non ci stà.

In breve, non sopporta che i PG sconfiggano il suo PNG preferito o che abbiano il colpo di genio che possa risolvere la quest. Il nemico ha sempre una pergamena di teletrasporto pronta all’uso, la porta scassinata prima del tempo dal ladro farà scattare una trappola mortale non schivabile, in cattivone raggirato verrà prontamente avvertito da un suo secondo che per puro caso aveva castato un incantesimo di divinazione. Frustrante.

(1) Mai sentito di un certo Dracula di un certo Bram Stoker?

(2) No, seriamente, nutrivate dubbi a riguardo?

Annunci

6 pensieri su “I peggiori narratori che vi possano capitare

  1. XD
    Oh, beh, io sono partita ( e ho masterato per anni ) dalla terza categoria… poi sono migliorata 😉
    Ma non prima di aver avuto scivoloni negli altri tre tipi.
    Poi l’esperienza, i commenti dei giocatori e semplicemente la vita ti fanno maturare e sia il tuo stile di gioco che di masteraggio cambiano.

    Del primo tipo di master, ho la mia personale variante: ho la leggerissima fissa di femmine aasimar che perdono la testa per maschi tiefling 😉

    Replicatore… mah, non mi sembra più di una volta o due o.ò

    Riguardo ai PNG intoccabili, dipende… ne avevo uno, un oste, che semplicemente era una specie di mezzo dio nella sua taverna ( coff coff ) ma i vari gruppi di gioco che lo hanno incontrato se ne sono tutti innamorati 😀 ; e una maga stregona creata con regole apposite in modo che avesse un sacco e una sporta di livelli nelle due classi ( chi ha avuto sottomano il manuale Arcani Rivelati della 3.x del D&D sa cos’è un personaggio eccelso… se lo immagini con 80 Dadi Vita ).

    Mi piace

    • ma il PNG enorme (vedi 80 DV di personaggio eccelso) ci può pure stare, il problema si pone quando ogni volta che uno o più PG riescono a giocarsi bene le carte o hanno un colpo di fortuna il PNG ha sempre qualcosa che lo salvi. SEMPRE.

      Nella prima categoria ci siamo passate tutte, poi cresciamo. XD

      Mi piace

  2. Che si fa se si incontra un replicatore che non ci sta?
    Io ho optato per l’abbandono alla terza sessione per non litigare con il master che sarebbe anche mio amico, ma mi è dispiaciuto non poco perchè aveo tirato fuori come personaggio giocate un coboldo col moschetto che inizialmente stava dando soddisfazioni.

    Mi piace

  3. Ciao. Ti sei dimenticata il quinto tipo di Narratore: il Frustapiggi. E’ quello che si diverte fare le pulci alle schede dei giocatori sempre pronto a correzioni opinabili (e’ noto che gira sempre con una penna rossa nella tasca della giacca), si arrabbia se i giocatori lasciano incompiuti i loro personaggi (volontariamente o meno), si incavola quando non conoscono le regole del gioco e si rammarica quando (sempre i poveri giocatori) non capiscono i suoi colpi di genio giocoruoliani… insomma un incubo nascosto dietro allo schermo del narratore! Un ammazzagioco per eccellenza, e i poveri giocatori o smettono di giocare per sfinimento, oppure vanno in analisi! E il bello sai qual’e’? Che sono anch’io un po’ cosi… mannaggia lo sono TOTALMENTE!
    p.s. Troppo rosa in questo blog, mi sento a disagio…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...