Calendario dell’Avvento III – Sine Requie

L’ultima volta che mi ero vista allo specchio il nostro più grande problema erano i tedeschi e i morti restavano morti.

Forse avremmo davvero dovuto seguire quel prete a sud, ma Parigi era già visibile, l’Italia, o come si chiama adesso, era troppo lontana per rischiare.

Da qui vedo la Sorbona, sembra passato un secolo eppure sono solo tredici anni che non ci rientro.

Vorrei tornarci, il dipartimento di chimica e di farmacologia potrebbero farci comodo, ma nella facoltà di medicina c’erano molti cadaveri a disposizione di studenti e ricercatori e non voglio affrontarli. Siamo decisamente a corto di munizioni.

L’Americano sta cercando di riparare quella radio al piano di sotto. Non so per contattare chi. Forse ha solo bisogno di tenersi occupato in qualche modo e non pensare. O forse spera di trovare qualche segnale di qualche presenza in questa città.

Se anche Parigi fosse popolata di soli morti, dove potremmo andare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...